TUTTORINO

tributo Rino Gaetano

Spirito battagliero e rinogaetanopensiero rendono la band coesa e completamente immersa nel mondo che Rino ha lasciato a disposizione di chiunque abbia voglia di misurarsi con la realtà di tutti i giorni con i problemi e le gioie….con il romanticismo, la saggezza ed il disincanto dei testi del Genio della musica italiana.
Eh già…il cantautore del “Non Sense” ancora attuale nonostante non sia più tra noi da oltre trent’annii valori che racconta sono più che mai degli evergreen della musica italiana…e di un’attualità sorprendente..dall’Italia raccontata in “Aida” ….a…quel signore che alle cinque del pomeriggio sorseggia una tazza di petrolio e cioè Spandi Spendi Effendi fino a raggiungere l’apice con Ma il Cielo è Sempre Più Blu. 

Brothers Conspiracy

tributo Slash e Guns n' Roses

I Brother s Conspiracy nascono da una idea dei fratelli Maira , Max e Moreno.

Torinesi con la passione per il chitarrista americano decidono di realizzare un tributo a Slash dedicandosi per la maggiore alle canzoni presenti nei dischi firmati Slash Myles Kennedy & the Conspirators.Oltre ai fratelli Maira nella band troviamo Andrea (eazars) Ferrari già batterista dei Medusa e Persiana Jones , Paolo Baratti nel difficile compito di eseguire le parti del sig. Kennedy, Ely in principio chiamata per eseguire il famoso feat con Fergie "beautiful dangerous" e poi perfettamente integrata nel gruppo e l'ultimo arrivato Ivan al basso.

Il concerto , curato nei minimi dettagli, riproduce fedelmente il lavoro di Slash e soci senza però tralasciare grandi classici dei Guns n Roses rendendo il live divertente e scorrevole anche per i profani del genere.

Da vedere e da sentire.

18 novembre    il Peocio              Trofarello

16 dicembre     Padiglione 14       Collegno 

13 gennaio       Il Maglio              Torino

 9  febbraio      Gasoline               Milano

22 febbraio      Il Luppolo             Roletto

Men at the doors

tributo The Doors

Il progetto "Men at The Doors" prende vita nel 2006, da un'idea del batterista Adriano 'Driade' Polito e del cantante Swan, che con tanto di chitarrista e tastierista al seguito fondano la tribute band di uno dei gruppi più controversi e geniali del rock. Allo studio della scaletta e delle parti si affianca parallelamente l'intenzione di offrire uno spettacolo che coinvolga anche la parte visiva e si mettono a punto le idee sul look (perfetto stile anni '60 ispirato agli abiti di Morrison, Manzarek e soci) e sulle soluzioni sceniche da adottare. La cura e l'attenzione nella ricerca del sound trovano la giusta dimensione mediante l'utilizzo di strumentazione vintage originale, dalle chitarre al celebre organo Vox utilizzato dallo stesso Manzarek. 

Dopo poche settimane e tanto impegno tutti questi elementi si fondono per dare vita ad uno spettacolo accolto con entusiasmo sin dalle prime date autunnali. In breve tempo i "Men at The Doors" vengono ingaggiati in numerosi locali della cintura Torinese e vedono crescere esponenzialmente la cerchia di affezionati e appassionati del genere....il resto...sta per accadere...
This is the end......o meglio è solo l'inizio!